Ebbene si, in barca non si dorme solo in cabina!

Ebbene si, in barca non si dorme solo in cabina!

I 5 POSTI MIGLIORI PER DORMIRE IN BARCA

Una notte sotto le stelle non si scorda mai, che siate a bordo di un catamarano o di un moderno monoscafo i posti dove guardare il cielo e dormire al fresco della brezza notturna non mancano.

Beh, non è che in barca ci si debba accampare qua e là. Le barche hanno delle cabine con dei veri letti.
Quindi partiamo da lì:

  1. Cabina: un letto comodo e di dimensioni quasi normali. La soluzione più classica e forse l’unica in caso di pioggia. C’è però da dire che in un letto tra quattro mura ci si dorme tutte le notti, quindi possiamo permetterci di fare gli alternativi e approfittare della vista cielo!
  2. Dinette: praticamente in cucina, sembra sempre il posto dell’ospite “in più”, un posto un po’ di fortuna. Prendetene possesso, ogni tanto, di quel posto di fortuna. Abbattendo il tavolo e sistemando i cuscini, avrete il letto più comodo, più grande e più invidiato dall’equipaggio.
  3. Panche in pozzetto: ci si addormenta lì in qualsiasi ora del giorno e della notte. Se poi sono provviste di cuscini sono praticamente come un letto. Con l’unica differenza che si dorme all’aperto!
  4. A prua: se si vuole proprio dormire e non si hanno più 20 anni, è consigliabile portarsi dei cuscini per ammorbidire la tuga e il ponte. Per me resta il posto migliore. In rada, sdraiati, con gli occhi puntati verso l’alto. Vi assicuro che tutte quelle stelle non le avete mai viste!
  5. Amaca: un “barcaiolo” che la sa lunga, si presenterà sempre a bordo con un’amaca. Da condividere per la siesta pomeridiana, da difendere con fermezza per la notte. L’amaca è la soluzione più comoda in assoluto per dormire all’aria aperta, piacevolmente accolti e cullati.
    Si dovevano essere 5. Ma il 6 vale solo per il catamarano. Le reti a prua! Comode, grandi e con vista cielo.