10.60 m
Lunghezza
3
Cabine
1
WC/Doccia
6 + 2
Persone
2012
Anno

Elan 350 Performance - Romeo

Paese Croazia
Modello Elan Marine
Marina Marina Kornati, Biograd

Equipaggiamento

Attrezzature di coperta

  • Cuscini pozzetto
  • Doccetta esterna
  • Tavolo pozzetto
  • Tendalino
  • Varricello Salpancore

Cucina

  • Acqua calda

Elettricità di bordo

  • Pompa di sentina - Electric
  • Radio VHF

Interni

  • Riscaldamento
  • Salon table

Intrattenimento

  • Altoparlanti interni
  • Casse in pozzetto
  • Radio CD/mp3 player, USB, AUX input
  • TV + DVD

Navigazione

  • Autopilota
  • GPS chart plotter
  • Stazione del Vento/Anemometro

Sicurezza

  • Imbracatura di sicurezza (cinture di sicurezza)

Vele

  • Lazy bag
  • Lazy jacks

Scheda Tecnica

Tipologia Barca a vela
Modello Elan 350 Performance
Anno 2012
Tipologia randa steccata
Tipologia fiocco/genoa avvolgi
Tipo timoneria Doppia timoneria
Giorno di imbarco sabato
Lunghezza 10.60 m
Larghezza 3.50 m
Motore 1 x 29 hp
Cabine 3
Posti letto 6 + 2
WC/Doccia 1

DOVE

Paese Croazia
Marina Marina Kornati, Biograd

Itinerario Suggerito

1

Day 1: Check-in

Imbarco disponibile dalle ore 16:00 del Sabato sera

Dati mappa
Dati mappa ©2017 Google
Dati mappaDati mappa ©2017 Google
Dati mappa ©2017 Google
500 m 
Mappa
Satellite

2

Day 2:

Si salpa al mattino in direzione sud verso l’isola di Zirje, la più grande e meridionale delle isole dell’arcipelago di Sibenik. Conosciuta fin dall’antichità per la pescosità delle sue acque, le coltivazioni di ulivi vigneti e alberi da fico ti incanterà per le sue bellezze naturali e gli approdi suggestivi nelle baie selvagge di Velika, Mala e Koromacna. A sera potrai ormeggiare a sud nella baia di Stupica e scendere a terra per cenare per una cena dove assaporare la cucina e gli ottimi vini locali.

3

Day 3

Da Zirje si salpa in direzione nord verso il Parco Nazionale delle Kornati: una riserva naturale formata da 89 delle 152 isole che costituiscono l’arcipelago delle isole Kornati o Incoronate. La barca a vela rappresenta uno dei pochi mezzi di trasporto autorizzati a navigare all’interno di questo paradiso naturale tra le bianche coste frastagliate che si affacciano su un mare cristallino senza pari. Le isole sono quasi completamente disabitate ma non mancano facili approdi dove trascorrere la pausa pranzo e ottimi ristoranti dove ormeggiare la sera e gustare pesce freschissimo cucinato secondo la migliore tradizione culinaria croata.

4

Day 4

Continua la navigazione verso nord all’interno dello scenografico arcipelago delle Kornati, le condizioni meteo marine sono sempre ottimali per tranquille veleggiate lungo la costa orientale di Otok Kornat tra baie incantate e isolate dove fermarsi per pranzare, fare snorkeling e trascorrere la notte in completo relax.

5

Day 5

A nord di Kornat troverai la splendida isola di Otok Katina, che collega, come dice il suo nome latino (catena), l’Isola Lunga di Dugi Otok con Kornat. La navigazione in questa zona merita qualche attenzione in più per la presenza di alcuni bassofondi ma le baie a sud dell’isola ti ricompenseranno per la meraviglia dei loro fondali e la sicurezza con cui potrai ormeggiarti per una tranquilla notte in rada.

6

Day 6

Dopo la colazione si naviga verso nord fino a Otok Zut dove fermarsi per il pranzo e un tuffo in una delle baie a scelta, Hiljaca, Saruscica e Bizikovica dove lasciarsi incantare dalle spiagge di ciottoli bianchi e dalla natura selvaggia e incontaminata. A sera potrai scegliere di ormeggiarti nella suggestiva baia di Luka Zut e se vorrai cenare a terra potrai anche trovare un comodo ormeggio al molo dell’elegante Ristorante Festa.

7

Day 7

Da Otok Zut si naviga poi verso est diretti all’isola di Vrgada che rappresenta una delle più belle perle nascoste della riviera croata. Inaccessibile al turismo di massa quest’isola è attorniata da uno scenografico mini arcipelago composto da 15 isolotti tutti da navigare e conserva intatto un fascino senza tempo, tra il profumo delle pinete e le belle spiagge circondate da ulivi dove rilassarsi tra bagni e piccole escursioni a terra.

Check-out